Illuminazione tecnica per interior design

L’illuminazione ormai è il perno fondamentale di ogni progetto di interior design che si rispetti,  tanto che si può considerare il file-rouge  nella costruzione dei ambienti domestici o commerciali.

Il rapporto tra illuminazione e interior design non è solo strettissimo, ma essenziale. questo rapporto costitutivo tra luce, illuminazione e interior design è spiegato dal grande architetto Pierluigi Nicolin: “Una lampada spenta è product design, una lampada accesa è interior design.”

Il design degli interni si articola attraverso la presenza stessa della luce, della sua disposizione e dell’orientamento delle sue fonti. Progettare con la luce è costruire ambienti con la consapevolezza delle infinite relazioni, tra materiali e forme, tra colori e geometrie, che intessono la trama degli spazi in cui viviamo.

L’illuminazione interior design infatti ha due scopi principali:

  • Rendere più appetibile e accogliente il contesto d’arredo
  • Fornire luminosità omogenea e direzionale all’intera stanza, illuminare postazioni task ed evidenziare elementi decorativi e architettonici d’accento.

Per questi motivi è consigliabile utilizzare lampade specifiche per ogni livello di illuminazione:

  • Illuminazione d’accento;
  • Illuminazione dell’ambiente;
  • Illuminazione task, ovvero i punti dove svolgiamo un’attività come scrivere o leggere.

Ma quali sono le lampade tecniche maggiormente utilizzate nei progetti da ultimo grido nel campo dell’interior design?

  • Linea smart che con l’ottica darklight, ideale per l’illuminazione d’accento grazie ai ristretti angoli di emissione. Inoltre la sua forma stretta e allungata scompare nei controsoffitti, creando un effetto luminoso spaziale dove non si capisce da dove arriva la luce, così da non colonizzare troppo la superficie con fori e ghiere ingombranti. È un faretto utile per mettere in risalto elementi di arredo senza produrre l’effetto oblò sul pavimento e senza abbagliare la vista.
  • I profili lineari siano diventati il top in ambito ufficio e interior per minimizzare l’elemento sospeso con una linea pulita e minimal che fluttua nell’aria quasi come se volasse. Questo tipo di profilo è lo spoglio del decorativo, si può definire la luce tecnica per eccellenza e assolutamente indicata per l’illuminazione dell’ambiente.
  • Il binario magnetico o elettrificato incassato che permette di dare un tocco industrial agli ambienti più sofisticati. Questo tipo di corpo illuminato crea effetti di luce di grande accento. Il binario si nasconde all’interno del cartongesso, lasciando visibili solo i proiettori con la loro forma pulita e cilindrica che puntano la luce solo là dove serve. Usato per chi ama gli effetti chiari e scuri. Il vantaggio è che si possono spostare i proiettori dove si vuole, orientandoli così a piacimento, inoltre il binario magnetico ha diversi corpi, non solo proiettori ma anche darklight, lineari con applicazione plug-in.

Ricorda però che le differenti tipologie di lampade scelte ad hoc per il progetto e il loro posizionamento giocano un ruolo fondamentale nel complesso di interior design della location di cui ti stai occupando.

 Ogni corpo illuminato va visto in combinazione con la selezione dei colori, le dimensioni della stanza, la disponibilità di luce naturale e la selezione dei complementi di arredo.

Per maggiori informazioni, supporto e assistenza nella scelta corretta dei giusti modelli di lampade per il tuo progetto illuminotecnico, non esitare a contattarci. Siamo a tua completa disposizione.