Ottiche led secondarie? Minima spesa e massima resa sulle luci

In quest’articolo vi spiegheremo cosa sono le ottiche Led secondarie e perchè sono così importanti per avere una resa ottimale dalla luce. 

Ottiche Led secondarie cosa sono

Se hai acquistato un prodotto led, avrai notato senza troppa difficoltà che nella scheda tecnica è riportata la voce ottiche con una serie di valori, questi non sono altro che i gradi di apertura della lampada che generano il fascio luminoso.

Se acquisti a casaccio un Led e non fai attenzione a quale ottica scegliere, potresti ritrovarti in mano un faretto luminoso ma incapace di illuminare adeguatamente il tuo piano lavoro o il tuo ambiente.

Facciamo un esempio pratico: Se acquisti una strip Led  noterai che la sua emissione luminosa è molto diffusa, questo è generato dalla presenza della sola ottica primaria. Cioè una cupoletta che funge oltre che da protezione delle giunzioni elettrice anche come lente primaria. Se non si volesse disperdere il flusso luminoso che in questo caso ha un angolo molto ampio dai 100° ai 120°, le ottiche secondarie giocano un ruolo fondamentale.

Queste ottiche si possono dividere principalmente in due macro famiglie:

Lenti

soggette alla legge della rifrazione e di riflessione totale interna (TIR). Ogni volta che la luce cambia il mezzo di trasmissione, subisce una deviazione. L’angolo di deviazione dipende dal materiale e dall’angolo di incidenza. Nel passaggio da un mezzo più denso ad uno meno denso se l’angolo d’incidenza è superiore ad un valore limite non c’è diffrazione ma la luce viene totalmente riflessa.

ottiche led gradi apertura

Riflettori

soggetti alla legge della riflessione dove l’angolo della luce incidente sulla superficie è uguale all’angolo della luce riflessa . La luce riflessa allo stesso angolo è detta speculare (Ls), la luce riflessa ad altri angoli è detta diffusa (Ld), vi è poi una parte di luce che viene assorbita dal materiale (La). Si ha che Li = Ls + Ld + La.

ottica led

Entrambe le ottiche sono realizzate per lo più in materiali termoplastici come il policarbonato, un  materiale indicato per prodotti con indici di resistenza IK (indice di robustezza del materiale elettrico) elevato.

Non c’è una regola per determinare quando usare una lente o un riflettore, dipende molto dalle specifiche di progettazione. E’ bene però precisare, che le ottiche secondarie con riflettori, hanno un’efficienza luminosa più basse rispetto a quelle offerte da una lente, perché ad ogni rimbalzo del fascio di luce sulla superficie del riflettore questo ne assorbirà una parte e quindi non tutto il fascio luminoso sarà controllato.

Per tutti questi motivi, potrai trovare in commercio Led con ottiche a partire da un valore minore di 10° quindi molto strette, fino ad arrivare a uno maggiore di 60° quindi molto larghe. 

Ad esempio: se devi illuminare un piano della cucina puoi usare faretti Led con ottiche fra i 40° ed i 60°. Ad un’altezza compresa fra i 100-150cm dal piano, così d’avere una copertura luminosa soddisfacente. Se tu in questo caso, usassi ottiche inferiori a 50°, avresti sul piano dei cerchi di luce molto marcati, viceversa se installassi delle luci Led con ottiche superiori a 120°, avresti una luce scarsa perché troppo diffusa.

Le ottiche impattano in maniera ancora più importante in ambiti come le industrie e i campi sportivi. Ottiche asimmetriche rispetto a quelle classiche simmetriche a 90° permettono ad esempio di ottenere il massimo dal corpo illuminante. Questo perchè tutta la potenza della luce viene direzionata in modo da superare lunghe distanze e garantire allo stesso tempo l’uniformità di illuminamento richiesto dalla normativa.

Il successo estetico, funzionale ed economico di un intervento spesso passa attraverso la scelta di un’angolo di apertura e un’ottica adeguata.

In conclusione, quando si sceglie una luce led è sempre bene sapere quali sono le esigenze del progetto illuminotecnico, così da poter effettuare la scelta più giusta, senza incorrere in errori che potrebbero causare un’illuminazione completamente fallimentare.

Se l’articolo ti è stato utile e vuoi una consiglio professionale per il tuo progetto, chiedici una consulenza, potremmo risolvere al meglio il problema che stai affrontando senza commettere errori e senza farti correre il rischio di comprare prodotti che si riveleranno completamente sbagliati e inutili!

Puoi contattarci anche dal form di contatto qui sotto!