Magazine

Home  -  Lampade  -  Come illuminare il cibo con le luci led senza essere denunciati per frode

Come illuminare il cibo con le luci led senza essere denunciati per frode

Articolo del 03.6.19

Quando parliamo di vendita di cibo fresco o confezionato entriamo nell’ambito fondamentale del presentarlo al meglio e in questo modo di veicolare l’acquisto e aumentare o facilitare la vendita.

Dimentica la carne fucsia col led rosa…
Dimentica il pesce brillante con la luce blu…
Dimentica di tornare a casa e avere la sensazione di aver comprato roba marcia…

Sul cibo non si scherza, a meno che non vuoi contestazioni alle associazioni di tutela dei consumatori!

Ma come si fa a illuminare nello stesso ambiente diversi tipi di alimenti sia che siano freschi sia che siano avvolti nel loro packaging?

Prima di tutto devi sapere che non si improvvisa nulla. Per poter raggiungere l’obiettivo bisogna capire due cose: il tipo di cibo e i suoi colori e l’atmosfera che si vuole creare all’interno della rivendita.

I parametri da tenere d’occhio sono:

  • la resa cromatica,
  • il colore della luce,
  • la quantità di luce sui prodotti

Il colore del cibo è importante perché ti faccio un esempio: se dobbiamo illuminare un banco di carne rossa, di pane e farinacei ci orienteremo verso una luce calda sui 3000°K per risaltare il rosso della carne e il giallo del pane… mentre se dobbiamo illuminare carni bianche o il pesce, sarà meglio illuminare con luce neutra a 4000°K . Ovviamente la resa cromatica non solo deve essere maggiore di 90, ma meglio con Ra>95

MA, c’è sempre un ma…

Non tutti, anzi pochissimi sanno che esiste la possibilità di utilizzare le luci led con un chip led che emette una luce che rende i colori vividi.

Non si tratta solo di avere una resa cromatica alta ma di rendere più saturo il colore di ciò che viene illuminato. Niente di finto o di esagerato ma ti assicuro che vale la pena vedere l’effetto che offre!

La quantità di luce che deve arrivare sui prodotti, premettendo che dipende dai colori del piano d’appoggio e dell’ambiente attorno, si attesta tra i 1500-2500 lux.

L’atmosfera del locale è importante perché mi aiuta a capire se presentare una luce calda in tutto l’ambiente ad esempio per creare un’atmosfera accogliente, familiare e domestica o se si vuole ricreare un’ambiente asettico che dia l’idea di iper-pulizia. Questo è un aspetto più estetico e più emozionale e più soggettivo.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e quindi raccoglie informazioni sull'utilizzo del sito da parte dei visitatori. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies, è possibile conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy cliccando su Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close